Dimensione e Risoluzione di Immagini Raster - GDfoto Blog di fotografia e fotoritocco. News, Guide e Tutorial avanzati - Gabriele Danesi Fine Art Studio

Follow us:
Vai ai contenuti

Menu principale:

Dimensione e Risoluzione di Immagini Raster

Gabriele Danesi Fine Art Studio
Pubblicato da in Fotografia Digitale ·
Tags: RisoluzionedimensioneppipdiHighResolutionLowResolution

DEFINIZIONE DI RISOLUZIONE E DI DIMENSIONE
Per capire il significato di Risoluzione, è necessario comprendere cosa sia un pixel. La parola pixel deriva dalla combinazione delle parole inglesi Picture Element, ossia Elemento Immagine, ed è un'unità logica, priva di alcun riferimento di dimensione fisica.

Nel momento in cui decidiamo di associare ad un pixel una dimensione fisica, allora associamo a quel pixel una sua Risoluzione. La risoluzione rappresenterà quanti pixel decidiamo di far stare all'interno di un elemento unitario di area, che per convenzione internazionale è misurata in pollici.

Il parametro di risoluzione viene sempre espresso in pollici lineari. Dunque la Risoluzione esprime quanti pixel dovranno stare all'interno di un pollice lineare. L'unità di misura è il PPI (pixel per inch).

Nel caso, per esempio, in cui assegniamo ad un'immagine una risoluzione di 300 ppi, significa che vogliamo far stare 300 pixel all'interno di un pollice lineare. Di conseguenza in un pollice quadrato ci dovranno stare 300 x 300 = 90000 pixel. Ecco dunque che stiamo associando una dimensione fisica ai singoli pixel della nostra fotografia.

C'è da osservare che il concetto di Risoluzione è indipendente dalla Dimensione in pixel di un'immagine. Un'immagine di 3000x2000 pixel avrà sempre la stessa dimensione qualsiasi sia la risoluzione che gli assegniamo. Ciò che cambia in seguito all'assegnazione di una risoluzione sarà dunque il formato in centimetri che potrà assumere quella fotografia:





HIGH RESOLUTION e LOW RESOLUTION
Guardando una fotografia stampata a distanza molto ravvicinata (circa 30 cm), i pixel risultano indistinguibili dall’occhio umano se hanno una dimensione unitaria di almeno 1/300 di pollice (circa 0.085 millimetri). Questo è il motivo per cui un’immagine fotografica deve avere una risoluzione di almeno 300 ppi. Tale risoluzione è detta Risoluzione Fotografica Standard, o anche Alta Risoluzione (High Resolution).

Nel caso di schermi retro-illuminati (a tubo catodico) una risoluzione di 72 ppi è sufficiente per non far percepire i pixel dall’occhio umano. Si parla in tal caso di Bassa Risoluzione (Low Resolution). Il termine di Low Resolution è tuttavia oggi in disuso, dato che dalla nascita della tecnologia a cristalli liquidi, fino alle più moderne tecnologie a LED, si ha una rappresentazione dei pixel sempre più accurata. Molti monitor a tecnologia LED, per esempio, hanno risoluzioni tipiche anche ben superiori ai 100 ppi.

Esempio n.1:
Considerando che

1 Pollice = 2.54 Centimetri


allora per capire che dimensione in pixel dovrà avere un'immagine per essere stampata in formato 20x30 cm a risoluzione fotografica standard (300 ppi), è necessario fare il seguenti calcoli:

20 cm corrispondono a 20/2.54 = 7.874 pollici
30 cm corrispondono a 30/2.54 = 11.811 pollici


7.874 x 300 = 2362 pixel
11.811 x 300 = 3543 pixel


Un'immagine stampata a 300 ppi in formato 20x30 cm dovrà quindi avere una dimensione di 3543x2362 pixel.

Esempio n.2:
Considerando che una pellicola 35mm ha formato

36x24 millimetri


allora per capire che risoluzione è necessario usare per ottenere una scansione stampabile in formato 20x30 cm a risoluzione fotografica standard, dobbiamo fare i seguenti calcoli:

36 mm corrispondono a 3.6/2.54 = 1.4173 pollici
24 mm corrispondono a 2.4/2.54 = 0.94488 pollici


Dall'esempio n.1 sappiamo che un'immagine stampabile a 300 ppi in formato 20x30 cm deve avere una dimensione di 3543x2362 pixel.

Quindi è necessario usare una risoluzione che faccia stare tutti i 3543 pixel all'interno dei 1.417 pollici della pellicola (o analogamente 2362 nei 0.944 pollici), ossia:

3543/1.4173 = 2499 ppi
(od analogamente 2362/0.94488 = 2499 ppi)


La scansione andrà perciò eseguito ad almeno 2499 ppi.

RISOLUZIONE DI STAMPA
Riguardo la macchina da stampa, la risoluzione si indica con la sigla DPI (dots per inch). In tal caso infatti ci si riferisce a quanti punti di inchiostro vengono usati per riempire un pollice lineare di carta.

C'è da osservare che risoluzione dell'immagine e risoluzione di stampa sono parametri del tutto indipendenti tra loro. Se per esempio un'immagine a 300 ppi viene stampata a 1440 dpi, significa che la stampante userà 1440 punti di inchiostro per rappresentare i 300 pixel che stanno all'interno di un pollice lineare.





2 commenti
Voto medio: 120.0/5
andrea
2017-10-22 15:53:44
un aiuto per cortesia, mi hanno chiesto di fare delle foto ad alta risoluzione di un dipinto che ho fatto e non so da che parte cominciare, pensavo di acquistare una macchina fotografica, ma non saprei quale.Qualche consiglio? grazie
Gabriele Danesi
2017-10-23 10:50:10
Ciao Andrea, la richiesta che ti è stata fatta rappresenta uno dei più classici errori sulla questione dimensione/risoluzione. Con "alta risoluzione" loro intendono senz'ombra di dubbio un'immagine con elevata dimensione in pixel, e non con alta risoluzione! Se hai letto questo articolo dovresti infatti aver capito che la risoluzione è un parametro che serve solo in fase di stampa. Quello che davvero conta è invece la dimensione, in pixel, dei lati dell'immagine.
Detto questo, veniamo alla tua richiesta, anche se è poco pertinente con l'argomento trattato. Fare una foto di un quadro può richiedere notevole conoscenza tecnica. Se a loro interessa avere una semplice immagine di riferimento, allora la puoi benissimo fare anche con il cellulare impostato alla massima qualità (massima dimensione in pixel). Se invece è una richiesta di tipo professionale sarà necessario: costruire un apposito set fotografico con luci e softbox da studio, disporre di una buona fotocamera, sapere come profilare la fotocamera con il colorchecker, sapere come sviluppare ed ottimizzare il RAW per ottenere una fedele riproduzione dei colori. In quest'ultimo caso, dunque, il consiglio è quello di fartela fare da chi lo sa fare !

Via Case Rosse, 239
55047 Seravezza (LU)
p.iva: 02086340466
tel: 0584 743762
cel: 347 6997022
dal lunedi al sabato:
09:30 - 12:00
14:30 - 19:00
Follow us:
©Gabriele Danesi -FineArt- Studio
Torna ai contenuti | Torna al menu