"Sradicamenti" di Massimo Bertolini - GDfoto Blog di fotografia e fotoritocco. News, Guide e Tutorial avanzati - Gabriele Danesi Fine Art Studio

Follow us:
Vai ai contenuti

Menu principale:

"Sradicamenti" di Massimo Bertolini

Gabriele Danesi Fine Art Studio
Pubblicato da in News ·
Tags: sradicamentisculturamassimobertolini
"Sradicamenti" di Massimo Bertolini
Dalla prefazione della dott.ssa in filosofia Sara Montenegro, si legge:

"L’uragano violento e improvviso del 5 Marzo e le suggestioni derivanti dalla lettura dei Colori del giorno di Peter Handke si fondono in un unicum nell’opera “Sradicamenti” di Massimo Bertolini: un grande albero realizzato con il legno dei pini caduti, tronchi come punti cardinali, un cerchio che unisce gli opposti, figure maschili e femminili quali parti complementari dell’Umano e del rapporto inscindibile con la Natura.
L’albero violato e divelto, in un Oltre immaginario, apre una porta alle radici che si diramano in orizzontale per promuovere nuovi percorsi, nuove rinascite. L’installazione è un passaggio dalla perdita alla speranza. Se da una parte “Sradicamenti” è la metafora della distruzione provocata da una natura matrigna, dall’altra, le radici sospese che si sviluppano in orizzontale, formano una rete con tutta l’installazione e diventano ponte, collegamento, speranza per il futuro. Nella totale libertà le radici si muovono. Gli esseri umani, sradicati, spezzati, torti, lineari o curvilinei vagano alla ricerca di una nuova identità, di una nuova Heimat."

L'opera di Massimo Bertolini viene qui raccontata a partire dalla sua origine, fino ad arrivare alla sua realizzazione ed installazione. Si inizia dalla riproduzione fotografica degli schizzi originari e dei successivi disegni:











L'idea si trasforma in realtà: dai disegni si realizza il modellino di riferimento:







Inizia a questo punto il vero lavoro per realizzare l'opera in scala 1:1. Nella prima fase lavorativa, Massimo Bertolini prepara le tavole, le intaglia, le avvita le une alle altre:













Conclusa l'opera principale si passa al "contorno": spezzoni di tronchi divelti diventano parte e completamento dell'opera stessa:









E' ora del trasporto a Forte Dei Marmi, dove l'opera verrà installata in una delle pinete devastate dall'uragano del 5 Marzo. I pini strappati dalla forza del vento, e trasformati dalle abili mani di Massimo Bertolini, tornano al loro luogo d'origine:

























Nessun commento

Via Case Rosse, 239
55047 Seravezza (LU)
p.iva: 02086340466
tel: 0584 743762
cel: 347 6997022
dal lunedi al sabato:
09:30 - 12:00
14:30 - 19:00
Follow us:
©Gabriele Danesi -FineArt- Studio
Torna ai contenuti | Torna al menu